Frammenti di Fantasy

Libri e racconti prodotti dai Rinnegati
Avatar utente
Federico De Fazi
Reactions: 31
Messaggi: 55
Iscritto il: mar 18 set 2018, 17:44
Località: Santa Marinella (RM)
a: Scrittore
b: Game Designer

Re: Frammento 3

#21

Messaggio da Federico De Fazi » dom 30 set 2018, 16:16

Caio Giano ha scritto:
sab 29 set 2018, 19:36
Il dolore si diramava dalla gamba al resto del corpo con fitte lancinanti. Il dardo di metallo nero era penetrato facilmente nella robusta armatura, in pochi minuti la ferita si era infettata ed era stato costretto a trascinarsi fin lì a forza di braccia, poi la febbre improvvisa aveva reso impossibile ogni sforzo. Quando rinvenne era madido di sudore, il corpo scosso dai brividi, non sapeva quanto tempo era rimasto svenuto, poi sentì dei rumori. Il suono della roccia grattata si avvicinava, qualcosa o qualcuno lo stava raggiungendo, si girò su un fianco, la testa che pulsava tremendamente ed i sensi fuori controllo. Delle figure scure e gracchianti stavano giungendo, i Corvi dell'Ade, no camminavano, ingobbiti, tre forse quattro sempre più vicini. Provò a rialzarsi, ecco c'era quasi, poi qualcosa di amaro gli arrivò in gola, un getto di vomito e sangue gli uscì dalla bocca poi cadde. Passò qualche minuto poi i goblin si avvicinarono, il cadavere del nano era livido, il volto deformato dalla sofferenza ma nessuno di loro ci fece caso mentre depredavano tutto quello che possedeva.
Simpatico! L'eroe ferito è un classico intramontabile.
1
Immagine


Buon viaggio!

Avatar utente
Maestro Ludico
Reactions: 78
Messaggi: 333
Iscritto il: mer 30 ago 2017, 21:34
Località: Modena
a: Pittore
b: Esperto Giochi di Ruolo
Contatta:

Re: Frammenti di Fantasy

#22

Messaggio da Maestro Ludico » dom 30 set 2018, 20:52

Anche a me è piaciuto molto questo frammento @Caio Giano !
1
Immagine



Avatar utente
Caio Giano
Reactions: 31
Messaggi: 52
Iscritto il: sab 7 ott 2017, 18:55
Località: Mutina
a: Scrittore
b: Esperto Giochi di Ruolo

Frammento 4

#23

Messaggio da Caio Giano » sab 27 ott 2018, 19:20

La baracca sorgeva al riparo di una grande quercia quasi sul limitare della radura. Dall'esterno appariva bislacca, quasi deforme, una volta entrati le linee curve del mobilio rendevano ancora più contorto e grottesco l'ambiente. A dispetto delle dimensioni al suo interno era contenuto di tutto, su mensole, ripiani, e pensili erano riposti alambicchi, pentolini, ampolle, sacchetti e tutte le cianfrusaglie immaginabili che potrebbero far gola ad un alchimista. Il cadavere della strega era steso sul pavimento in una posa scomposta in mezzo ad una miriade di altri oggetti, dalle ferite fuoriusciva un liquido viola tendente al blu. Nonostante fosse zoppa e senza un occhio la vecchia megera era stata un avversario formidabile, avere ragione dei suoi poteri era quasi costato la vita agli assalitori. Ora i cacciatori stavano cercando il suo tesoro, non sarebbero tornati indietro a mani vuote dopo averci quasi rimesso la pelle e nel rovistare stavano creando se possibile ancora più scompiglio nell'abitazione. Dopo lo scontro con la strega l'istinto aveva suggerito loro di andarsene subito ma poi non gli avevano dato peso ed ora i loro occhi colmi di avidità scrutavano febbrilmente in cerca di qualunque oggetto di valore. Il vecchio portagioie era sotto un mucchio di stracci, all'interno un sfera verde scuro grande quanto una prugna era appoggiata su di un fazzoletto consunto. Quando venne toccata vibrò diventando trasparente, dentro l'occhio della strega li fissò con fredda cattiveria ipnotizzandoli. Caddero a terra come pupazzi impagliati, mentre lentamente il sangue riempiva la stanza avvelenando le loro menti in oscuri interminabili incubi.
1
Immagine



Avatar utente
Caio Giano
Reactions: 31
Messaggi: 52
Iscritto il: sab 7 ott 2017, 18:55
Località: Mutina
a: Scrittore
b: Esperto Giochi di Ruolo

Re: Frammenti di Fantasy

#24

Messaggio da Caio Giano » sab 27 ott 2018, 19:22

Un nuovo frammento da leggere con la calma tipica di una giornata dai caldi colori autunnali...
0



Avatar utente
Yon
Amministratore
Reactions: 21
Messaggi: 8041
Iscritto il: lun 28 ago 2017, 11:24
Località: Reggio Emilia
a: Esperto Giochi da Tavolo
b: Game Designer
c: Playtester
d: Scrittore
Contatta:

Re: Frammenti di Fantasy

#25

Messaggio da Yon » lun 29 ott 2018, 15:23

Bravissimi.
Io sto lavorando ad un articolo sui dungeon che però potrebbe anche rientrare qui. Vedo appena lo ho finito.
0


L'irriverenza conduce alla sconsideratezza

V. von Croy

Avatar utente
Federico De Fazi
Reactions: 31
Messaggi: 55
Iscritto il: mar 18 set 2018, 17:44
Località: Santa Marinella (RM)
a: Scrittore
b: Game Designer

Re: Frammenti di Fantasy

#26

Messaggio da Federico De Fazi » lun 29 ott 2018, 18:23

Yon ha scritto:
lun 29 ott 2018, 15:23
Bravissimi.
Io sto lavorando ad un articolo sui dungeon che però potrebbe anche rientrare qui. Vedo appena lo ho finito.
Interessante!
0


Buon viaggio!

LianTuc
Reactions: 8
Messaggi: 10
Iscritto il: mar 4 set 2018, 14:54
Località: Milano Nord Est
a: Informatico
b: Scrittore

Re: Frammenti di Fantasy

#27

Messaggio da LianTuc » mar 4 dic 2018, 17:54

..
Provo anche io a dare il mio contributo..
.. Questo racconto l'ho scritto molto tempo fa per un esercizio di scrittura in cui si doveva usare solo il discorso diretto. Poi ho aggiunto un epilogo.



La Dama di Cristallo

- E così siete voi la signora che i racconti degli anziani e le leggende attorno al fuoco chiamano la Dama di Luce.

- Messere, in verità questo è solo uno dei miei nomi.

- Un nome che vi si addice direi. Il sole rosso del tramonto filtra attraverso i muri trasparenti del vostro palazzo e si rifrange all'interno del vostro corpo per diffondersi tutto intorno.

- Altro non è che un effetto visivo dal momento che il mio corpo consiste della stessa sostanza di cui la mia dimora è stata costruita: Cristallo. Purissimo e lucente.

- Per anni ho viaggiato per terre e mari al servizio del mio sovrano e ho visto stranezze difficili da raccontare, ma credetemi quando vi dico che non ho mai avuto davanti agli occhi uno tale spettacolo di luce.

- Messere, dal vostro linguaggio capisco che avete attraversato vari confini per arrivare fin qui e non credo l'abbiate fatto solo per lusingarmi con le vostre parole.

- Avete ragione mia signora. Ho attraversato boschi, montagne, terre e laghi, ho viaggiato cento giorni e cento notti per arrivare prima dell'Oscuro. Ha sguinzagliato contro di me i suoi segugi e hanno respirato la polvere degli zoccoli del mio destriero. Sono giunto fin qui con una sola missione: salvarvi, mia signora. E non abbiamo molto tempo ormai. Sento già i tuoni dei temporali mossi dall'Oscuro e fra non molto tutto quello che vi circonda sarà reso in polvere e fiamme. Non ci rimane che fuggire e voi verrete con me.

- Avete mai condotto un vassoio di bicchieri di cristallo con voi nel fragore di una battaglia e vincere lo scontro senza incrinarne alcuno? Mi vedete assisa su questo trono e vedete in me una Sovrana. Ma come credete che abbia trascorso i miei giorni dal quell'unico funesto di molti anni fa in cui fui tramutata in cristallo? Ecco lo vedete adesso: seduta su questo trono. Questa in vero per anni è stata l'inutile vita della Dama di Cristallo, vita che ad ogni passo rischia di infrangersi.
Fuggire con voi mi dite, messere? Piuttosto preferisco rimanere per l'ultima volta seduta sul mio trono nella mia fragile reggia e attendere a testa alta la fine della mie vuota vita di paure.

- Non sento paura nelle vostre parole. Molti cavalieri come me non hanno retto davanti al terrore della morte. Voi siete meno fragile di come apparite.

- Non è coraggio il mio, messere, ma stanchezza.

- Ora capisco perché quella vecchia pazza ... Forse ora ho capito. Mi ha fermato per raccontarmi un mucchio di storie assurde, di una figlia da salvare, di una vita sospesa, di una colpa da espiare. E ha insistito perché prendessi con me questa piccola gabbietta che racchiude una libellula: "Non è impagliata come sembra" mi ha detto "ma dorme e attende un'anima: quando un corpo si infrange la sua anima si libera. Liberate mia figlia e donatele ali di libellula perché voli felice per un giorno e una notte. Poi potrà addormentarsi serena per l'ultima volta". Queste sono state le sue parole prima che la scaciassi come una pazza in preda al diavolo. E questa, mia signora, è la libellula addormentata di cui vi parlo.

- Oh messere, non badate alle folli parole di una vecchia dalla mente corrotta dall'età. Ha già mostrato i suoi malefici prodigi da megera ed è già tanto che le ho permesso di aver salva la vita. Ora dimenticate le sue parole e andate via da questo palazzo e dalle mie terre. Sentite il fragore dell'uragano approssimarsi? All'Oscuro non c'è scampo. Fuggite adesso. E dimenticate tutto quello che oggi i vostri occhi hanno visto e le vostre orecchie hanno sentito: presto tutto questo sarà frantumato nel nulla e non ne resterà altro che racconti e leggende per bambini. L'Oscuro avrà vinto e della Dama di Cristallo ben presto nessuno parlerà più.

* * *
Un anziano viandante si trovò a vagabondare in quelle terre in cui in tempi addietro, secondo antiche leggende, sorgeva un villaggio di cristallo, ma non trovò altro che un misero torrente che scorrendo fra gli alberi andava a formare uno stagno nascosto fra le canne. L'anziano, stanco, si sedette su un sasso e immerse i piedi rugosi nell'acqua fresca mentre il vento faceva frusciare le foglie dei cespugli e le rane cantavano in attesa della sera. Ma mentre il sole iniziava a scendere e a fiammeggiare sui riflessi delle increspature, dieci, venti, cento libellule si alzarono in volo luccicando dei colori argentei dello smeraldo e del cobalto e le rane gracidavano a festa. Il cuore del vecchio, che un tempo era stato di pietra e di fuoco, ma che il tempo aveva reso più fragile del cristallo, si infranse in mille lacrime. E pianse. E rise. E fra mille ali luccicanti, nel pianto, nel riso e nell'argento, stanco, si addormentò.
5
Immagine



Avatar utente
Yon
Amministratore
Reactions: 21
Messaggi: 8041
Iscritto il: lun 28 ago 2017, 11:24
Località: Reggio Emilia
a: Esperto Giochi da Tavolo
b: Game Designer
c: Playtester
d: Scrittore
Contatta:

Re: Frammenti di Fantasy

#28

Messaggio da Yon » mer 12 dic 2018, 9:03

Bravissimo LianTuc, il finale è molto poetico, mi è piaciuto.
0


L'irriverenza conduce alla sconsideratezza

V. von Croy

LianTuc
Reactions: 8
Messaggi: 10
Iscritto il: mar 4 set 2018, 14:54
Località: Milano Nord Est
a: Informatico
b: Scrittore

Re: Frammenti di Fantasy

#29

Messaggio da LianTuc » mer 12 dic 2018, 9:25

Yon ha scritto:
mer 12 dic 2018, 9:03
Bravissimo LianTuc, il finale è molto poetico, mi è piaciuto.
Grazie mille 😅
0



Avatar utente
Maestro Ludico
Reactions: 78
Messaggi: 333
Iscritto il: mer 30 ago 2017, 21:34
Località: Modena
a: Pittore
b: Esperto Giochi di Ruolo
Contatta:

Re: Frammenti di Fantasy

#30

Messaggio da Maestro Ludico » mer 12 dic 2018, 21:41

Azz, bello davvero LianTuc, complimenti!
1
Immagine



Avatar utente
Caio Giano
Reactions: 31
Messaggi: 52
Iscritto il: sab 7 ott 2017, 18:55
Località: Mutina
a: Scrittore
b: Esperto Giochi di Ruolo

Re: Frammenti di Fantasy

#31

Messaggio da Caio Giano » sab 15 dic 2018, 19:03

Tutti i miei complimenti LianTuc, originale e appassionante!
Spero che presto pubblicherai altri Frammenti...
1
Immagine



LianTuc
Reactions: 8
Messaggi: 10
Iscritto il: mar 4 set 2018, 14:54
Località: Milano Nord Est
a: Informatico
b: Scrittore

Re: Frammenti di Fantasy

#32

Messaggio da LianTuc » dom 16 dic 2018, 1:40

Ragazzi, mi fate commuovere :oops:

Certo che ne scriverò ancora e pubblicherò qui visto che mi fate tanti complimenti :asd:

Soprattutto adesso che è nata una bella collaborazione con Federico, l'autore de "Il Rimedio" :D
:headbang:
1
Immagine



Avatar utente
Yon
Amministratore
Reactions: 21
Messaggi: 8041
Iscritto il: lun 28 ago 2017, 11:24
Località: Reggio Emilia
a: Esperto Giochi da Tavolo
b: Game Designer
c: Playtester
d: Scrittore
Contatta:

Re: Frammenti di Fantasy

#33

Messaggio da Yon » lun 17 dic 2018, 10:13

Il forum serve anche a questo :)
0


L'irriverenza conduce alla sconsideratezza

V. von Croy

Avatar utente
Caio Giano
Reactions: 31
Messaggi: 52
Iscritto il: sab 7 ott 2017, 18:55
Località: Mutina
a: Scrittore
b: Esperto Giochi di Ruolo

Re: Frammenti di Fantasy

#34

Messaggio da Caio Giano » sab 22 dic 2018, 18:41

LianTuc ha scritto:
dom 16 dic 2018, 1:40
Ragazzi, mi fate commuovere :oops:

Certo che ne scriverò ancora e pubblicherò qui visto che mi fate tanti complimenti :asd:

Soprattutto adesso che è nata una bella collaborazione con Federico, l'autore de "Il Rimedio" :D
:headbang:
Dirò tutto in una parola... OTTIMO! :applauso:
0



Avatar utente
Caio Giano
Reactions: 31
Messaggi: 52
Iscritto il: sab 7 ott 2017, 18:55
Località: Mutina
a: Scrittore
b: Esperto Giochi di Ruolo

Frammento 5

#35

Messaggio da Caio Giano » ven 4 gen 2019, 17:52

La quinta ora di luce si trascinava stancamente verso la seguente nella giornata più torrida di tutta l'estate. Le pietre nel greto del torrente in secca erano roventi, animali e persone rintanati il più lontano possibile dalla canicola. Il canto assordante delle cicale cessò d'improvviso quando la tempesta scoppiò sconvolgendo il borgo ed i boschi circostanti. Un vento feroce soffiò trascinando, sradicando e scoperchiando tutto ciò che non era abbastanza saldo da resistergli. Scariche elettriche e fulmini illuminarono il cielo di lividi riflessi, molti vetri si infransero percossi dal rombo del tuono. La violenza della bufera fu senza precedenti così come la sua durata, nel giro di pochi minuti tutto era finito e la gente uscì dalle proprie abitazioni come stordita. La temperatura era calata drasticamente, le persone che si radunavano nella piazza si stringevano addosso i vestiti, un vecchio tremante biascicava sbavando parole senza senso indicando le vicine colline a sud, tre torri color ossidiana erano apparse dove prima vi era il nulla, i tetti acuminati e spioventi erano di metallo. Tre saette infuocate partirono dalla loro sommità verso il paese e tutto tornò in un istante rovente...
2
Immagine



Avatar utente
Caio Giano
Reactions: 31
Messaggi: 52
Iscritto il: sab 7 ott 2017, 18:55
Località: Mutina
a: Scrittore
b: Esperto Giochi di Ruolo

Re: Frammenti di Fantasy

#36

Messaggio da Caio Giano » ven 4 gen 2019, 17:53

Un frammento con cui spero di riscaldare queste fredde giornate di inizio anno.
0



Avatar utente
Federico De Fazi
Reactions: 31
Messaggi: 55
Iscritto il: mar 18 set 2018, 17:44
Località: Santa Marinella (RM)
a: Scrittore
b: Game Designer

Re: Frammenti di Fantasy

#37

Messaggio da Federico De Fazi » mar 22 gen 2019, 11:26

Bogatir, in testa al gruppo, poteva sentire l’urlo straziato farsi sempre più forte, mentre si addentrava nella selva.
Seguiva un sentiero fangoso che probabilmente, con la pioggia, si sarebbe trasformato in un ruscello. Sperava di trovare qualcuno ancora vivo o, meglio, qualche membro della banda di Koschmar che si attardava a torturare un superstite. Sarebbe stato suo supremo piacere mettere le mani su quel cane e fargli assaggiare un po’ della sua stessa medicina. Quando però il sentiero si aprì in una lieve ma ampia depressione libera da alberi, capì che ciò non sarebbe successo.
Lo capì ben prima che dagli arbusti a bordo della radura uscisse un uomo vestito con un gambesone logoro e sporco di sangue, il cui volto smunto e sudicio era indubbiamente quello di Danil da Tsusk, meglio conosciuto come il Pellaio. A Bogatir sembrò già di sentire la morsa gelida della morte.
«Caro il mio capitano» disse il Pellaio ridendo «dicono che neanche il somaro cada due volte nella stessa…».
Bogatir non lasciò che il Pellaio finisse di parlare. Sapeva bene che, nascosti tra gli alberi, c’erano almeno mezza dozzina di uomini pronti a bersagliarlo di frecce e non aveva intenzione di andarsene all’altro mondo senza portare almeno uno di quei bastardi assassini con lui. Lanciando un grido, caricò a testa bassa il brigante.
Vi fu uno schianto, o forse un urlo, seguito da un bagliore azzurro. Tra i due era balzato Samaele con in mano due cilindri metallici. Nel giro di un istante l’aria si fece gelida e vagamente salmastra, mentre dal mago si spandevano sul terreno scie di brina.
1
Immagine


Buon viaggio!

Avatar utente
Federico De Fazi
Reactions: 31
Messaggi: 55
Iscritto il: mar 18 set 2018, 17:44
Località: Santa Marinella (RM)
a: Scrittore
b: Game Designer

Re: Frammenti di Fantasy

#38

Messaggio da Federico De Fazi » mar 22 gen 2019, 11:26

Piccolo frammento della puntata disponibile nella sezione di narrativa dedicata al mio romanzo :)
0


Buon viaggio!

Avatar utente
Caio Giano
Reactions: 31
Messaggi: 52
Iscritto il: sab 7 ott 2017, 18:55
Località: Mutina
a: Scrittore
b: Esperto Giochi di Ruolo

Re: Frammenti di Fantasy

#39

Messaggio da Caio Giano » dom 10 feb 2019, 11:33

Breve ma intenso, esattamente come deve essere!
1
Immagine



Avatar utente
Federico De Fazi
Reactions: 31
Messaggi: 55
Iscritto il: mar 18 set 2018, 17:44
Località: Santa Marinella (RM)
a: Scrittore
b: Game Designer

La Deposizione. Frammento di Federico De Fazi

#40

Messaggio da Federico De Fazi » mar 12 feb 2019, 19:05

LA DEPOSIZIONE

Signori, ve lo giuro sulla tomba di mia madre, io non c’entro niente con questo casino, ma come cazzo ve lo devo dire?
Allora, ve lo ripeto, mi hanno inculato due volte: la prima era per quel fatto della miniera di archeoplastica di Malagrotta. Cioè, io mi ero fatto prendere quel giorno a lavorare, e solo quel giorno, perché un uccellino mi aveva detto che in quello strato della miniera c’erano alcuni antichi pezzi di apparecchi elettronici. Quelli della miniera non sanno che farne di quella roba, ve lo assicuro, la buttano. Però io conosco un paio di persone che pagano bene, molto di più di quegli strafottuti Cinesi di sicuro, per quei pezzi e quindi me ne sono inguattati un paio.
Insomma, mi hanno beccato con un po’ di quella roba e mi hanno sospeso per cinque giorni pure se ai Cinesi interessa solo la plastica. ‘Sticazzi, dico io, ché tanto io di campare con cinquemila Lire al giorno e respirarmi tutta quella merda non ne avevo nessuna intenzione. Invece con quello che ero riuscito a non farmi sequestrare potevo farci anche dieci milioni.
La cazzata mia è stata che per farmi assumere ho dato i miei dati e mi sono fatto fotografare in faccia. E poi tutto è andato a puttane, perché quegli stronzi dei minatori hanno avuto la bella idea di protestare per i salari troppo bassi e hanno appiccato un incendio alle gallerie, quindi i Cinesi hanno deciso di punirli con quella cosa là… la decinazione… o come cazzo si chiama… insomma, ne ammazzano uno ogni dieci e indovinate a chi è toccato?
A me! Cioè, l’unico coglione che non c’entrava niente.
Insomma, io me ne stavo col mulo sull’antica strada che porta al mare quando mi vedo dei tizi in moto armati di mitra che in un attimo mi ammazzano il mulo e poi mi vengono addosso. Io avevo già tirato fuori la doppietta e mi ero nascosto dietro il cadavere della povera bestia quando ecco che spuntano dagli alberi dei tizi vestiti di verde che in un secondo, ve lo giuro, tirano un fumogeno e fanno fuori quegli stronzi senza sparare neanche un colpo. E dire che le armi ce le avevano belle, vi dico! Non quelle merdacce da due lire che ci rifilano i Cinesi. Cioè, io ci capisco qualcosa e potesse prendermi un colpo se quello che credo fosse il capo non aveva sotto braccio uno di quegli ultimi fucili dell’Antica alleanza occidentale… come si chiamava… MATO… PATO... che cazzo ne so? Di quelli che sparano senza bossolo e non si inceppano mai. Io ve lo giuro che armi come quelle valgono almeno trenta milioni di Lire l’una e che pure se sono vecchie di cento anni funzionano come nuove.
Insomma, quel gruppo di tizi prima lega quelli che mi volevano fare il culo come salami e poi mi tira via dalla strada e mi porta in una di quelle case abbandonate che stanno in mezzo ai pini. Poi si avvicina a me un prete con un ragazzetto biondino magro magro con gli occhi chiari che sembravano due palle di vetro e un’espressione da ebete. Il prete dice qualcosa in una lingua strana all’ebete e l’ebete parla con me e, ve lo giuro, parlava come quei professoroni che ogni tanto si sentono alla radio.
L’ebete dice che loro sono tipo enciclopedisti della Biblioteca Universale e che stanno cercando i dischetti che ho rubato. Al che gli dico che io non ho proprio un cazzo da dargli e allora uno di loro si mette a cercare dentro il mio zaino e si mette a tirare fuori tutta la roba che ero riuscito a non farmi sequestrare. Pure quello che tirava fuori la roba parlava Italiano, ma io me ne sono accorto subito che aveva l’accento da terrone.
Il terrone dà la roba all’ebete e quello l’attacca a un computer che da solo valeva quanto tutta la miniera di Malagrotta. Si mette lì e dopo neanche un quarto d’ora dice che ha tirato fuori i dati che gli servivano e ridà le cose al terrone che me le rimette nello zaino e poi se ne vanno.
Ora, io la guardo la televisione e sono sicuro che l’ebete e il terrone io li avevo già visti. Infatti, vedete? È identico spiccicato a quello di questa foto: Giacomo Cariti, quel ricercato che collaborava con gli Africani… e l’ebete, eccolo qua: Alexander More! Sì, ne avevano parlato, era quello che ha ammazzato di botte quel prete su a Nord. Un gran porco di prete, ho sentito, ma dicono che era uno importante… un vescovo esumenico o qualcosa del genere. Insomma, le taglie le vedete pure voi: due miliardi di Lire per Cariti e quattro per l’ebete. Con questi due figli di puttana possiamo ripulirci tutti. Oh, sia chiaro, a me non frega un cazzo delle taglie, per carità! Ma se voi riuscite a mettere una buona parola con i Cinesi io vi dico pure dove stanno adesso. Sono soldi facili, ve lo giuro! Basta far fuori quei quattro con le armi e poi è fatta.
Allora, che ne dite?

Deposizione di Kevin Mancori, registrata dalla Polizia di Malagrotta.
Il corpo di Mancori è stato ritrovato in un vicolo con chiari segni di tortura. Il commissario di Malagrotta è stato trovato morto insieme ad altri dieci agenti in assetto antiguerriglia lungo la via Aurelia antica in direzione di Civitavecchia.

Federico De Fazi
0


Buon viaggio!

Rispondi

Torna a “Progetti di Narrativa”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite