Novità Lucca 2018 - Fumble

Discussioni sui Giochi di Ruolo
Rispondi
Avatar utente
Kingsky
Amministratore
Reactions: 76
Messaggi: 342
Iscritto il: sab 2 set 2017, 23:55
Località: Milano
a: Esperto Giochi da Tavolo
b: Esperto Giochi di Ruolo
c: Esperto Skirmish Wargame
d: Game Designer
f: Pittore
g: Playtester

Awards

Novità Lucca 2018 - Fumble

#1

Messaggio da Kingsky » sab 20 ott 2018, 9:31

Succose novità in casa fumble!

Fumble, il primo podcast italiano di liveplay di GDR, dopo essere diventato il primo canale video di actual play in cui i giocatori non si trovano in remoto e dopo aver creato il suo primo spin-o intitolato Side-Quest, ora diventa anche una casa editrice.
Per il lancio dei primi due giochi realizzati, Klothos e Gattai!, Fumble partecipa dal 31 ottobre al 4 novembre 2018 al Lucca Comics and Games: appuntamento allo stand CAR141 del Padiglione Carducci, appena fuori dalle mura cittadine. Ci trovate lì insieme ad Alleanza Games, un consorzio di piccoli editori di giochi di ruolo, una coalizione di diverse eccellenze indipendenti del Gioco di Ruolo e Gioco da Tavolo italiano nata nell’aprile del 2018.
1xXOn8hA.jpeg
1xXOn8hA.jpeg (556.02 KiB) Visto 592 volte
(19€ copertina fl essibile, 29€ copertina rigida, 9€ digitale).Klothos è un gioco di ruolo ispirato dai miti greci e dal ciclo arturiano: è epico e tragico nel senso più classico del termine, un gioco in cui gli Eroi di cilmente rischiano la vita per cose prive di valore, ma in cui arriveranno a sacrificarsi per compiere ciò a cui sono stati destinati. Dotati di poteri unici gli Eroi in Klothos possono sfi dare a testa alta anche il Fato più avverso, ma dovranno dosare le proprie forze con saggezza se vogliono arrivare al termine della Storia.
WSSox0t8.png
WSSox0t8.png (2.84 MiB) Visto 592 volte
GATTAI!(10€ copertina fl essibile, 5€ digitale)I Robottoni Giapponesi fanno ormai parte della cultura Italiana della generazione dei trenta/quantenni, che da bambini sognavano di pilotarne uno urlando “PUGNO A RAZZO!”.Gattai! è esattamente la realizzazione di quel sogno, perché ogni giocatore vestirà i panni di uno dei cinque piloti di un Robottone Giapponese degli anni ‘70, urlando i nomi delle proprie armi al tavolo, nella speranza di tagliare a fette il mostro nemico con la mossa fi nale.Se non avete mai giocato ad un gioco di ruolo, è un buon punto di partenza, grazie ad un sistema originale con poche regole facili da ricordare e con grande libertà d’azione per la vostra fantasia. Se invece siete giocatori di vecchia data è un buon punto di partenza per esplorare giochi diversi dai grandi classici, senza però rinunciare a delle regole precise.

Fumble nasce come casa editrice con il proposito di pubblicare sistemi originali: prendere un gioco con una licenza che permetta di modificarlo, cambiarne alcune regole e distribuirlo, è spesso la strada più facile, ma non è la nostra strada.La volontà è quella di essere il più originali e creativi possibile, provando a scrivere dei giochi che possano vivere in maniera autonoma: vogliamo inventare nuovi mondi, senza dire come usarli, lasciando libero accesso agli strumenti per giocarci con il sistema che ognuno ritiene migliore, che sia nostro o meno non ha importanza.Vogliamo anche Esplorare quello che gira intorno al mondo dei giochi di ruolo e da tavolo: ci sono un sacco di prodotti interessanti che parlano di giochi senza essere per forza dei giochi.Attraverso Fumble li faremo conoscere anche a chi magari fa fatica a trovarli: libri di filosofia dei giochi di ruolo, teoria di game design: tutte cose che arricchiscono la vita di un giocatore, insomma
2fAQosrg.jpeg
2fAQosrg.jpeg (627.69 KiB) Visto 592 volte
Accorrete numerosi, a breve un approfondimento sui giochi in questione.
0



Avatar utente
Kingsky
Amministratore
Reactions: 76
Messaggi: 342
Iscritto il: sab 2 set 2017, 23:55
Località: Milano
a: Esperto Giochi da Tavolo
b: Esperto Giochi di Ruolo
c: Esperto Skirmish Wargame
d: Game Designer
f: Pittore
g: Playtester

Awards

Re: Novità Lucca 2018 - Fumble

#2

Messaggio da Kingsky » gio 25 ott 2018, 8:29

E come promesso un piccolo aggiornamento direttamente dall'autore: Claudio Serena!

"Klothos e Gattai! usano entrambi dei sistemi originali, cosa su cui ho investito molto per una questione filosofica di game design.
Innanzitutto mi piace, come a molti giocatori di ruolo, creare regole e sistemi di gioco.
In più io stesso sono il primo a preferire sistemi nuovi ai giochi che sono alla fine delle ambientazioni appiccicate sopra a sistemi generici.
Sia chiaro, apprezzo tantissimo anche operazioni del genere, se la storia che cercano di raccontarmi è interessante, ma sono ancora più stimolato dal capire come un altro autore abbia risolto un problema, e ancora di più mi interessa capire cosa fosse centrale per quell'autore: cosa è stato sacrificato, rispetto a giochi più mainstream o rispetto a giochi simili? C'è sempre qualcosa che viene messo in ombra per dare importanza a qualcos'altro.

In Klothos ad esempio ho sacrificato i punti esperienza, che per il mio stile di game master sono sempre stati superflui nella maggior parte dei casi, e ho anzi spostato il peso dell'avanzamento di livello interamente sui giocatori, che possono consumare un Filo del Destino del proprio personaggi, da cui il Thread System di Klothos prende appunto il nome.
Farlo assicura da un lato il successo automatico in una prova, e dall'altro fa guadagnare nuovi Poteri e Specializzazioni, il che corrisponde praticamente ad avanzare di livello.
Il "ma" è un grosso "ma", perchè i personaggi possono farlo solo 7 volte, prima di esaurire il proprio Destino e andare incontro alla morte che le Parche hanno predetto per lui.

Gattai! invece è nato dal mio immenso amore per i robottoni giapponesi, in particolare quelli componibili come Getter Robot o Vultus V.
Ho preso tutti gli stereotipi dei cartoni di super robot degli anni '70 e '80 e li ho condensati in un gioco che spero faccia venire nostalgia a tutti quelli della mi età che ricordano quei cartoni trasmessi sulle reti locali il pomeriggio, in cui i piloti erano veri samurai dello spazio e in cui tutte le armi sono apparentemente ad attivazione vocale e vanno urlate al tavolo.

Ho anche fatto una scelta di campo per quanto riguarda i dadi: entrambi i giochi usano 2 o più D6, che hanno magari poca varietà statistica, ma che hanno per me un enorme vantaggio per il tipo di giochi che ho scritto. Chiunque, infatti, anche i giocatori più casual del mondo, hanno dei dadi a 6 facce in casa, nella scatola di qualche gioco da tavolo di quando erano piccoli.

Klothos e Gattai! sono infatti stati scritti con la speranza di piacere sia ai giocatori più esperti che cercano delle esperienze particolari e rules-light, sia a chi si approccia per la prima volta ai GdR."
0



Rispondi

Torna a “Altri Giochi di Ruolo”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite